Loading
Torna al magazine

06.05.2015

ALCHEMIST: TURN NEGLECT INTO SHINE

Alchemist Can Watch

Ogni giorno maneggiamo lattine a altri oggetti in alluminio, uno tra i materiali più facilmente riciclabili. E se le lattine, oltre a finire nelle aziende chi si occupano di riciclaggio, avessero una seconda vita alternativa?

L'idea è venuta a tre giovani designer di Hong Kong, che all'insegna del motto “turn neglect into shine” hanno deciso di ridare dignità a ciò che nel quotidiano viene trascurato, dalle persone agli oggetti. E proprio la lattina è stata scelta come emblema del desiderio di innovazione che li anima.

RED DOT DESIGN AWARD

Il Red Dot Design Award è uno dei più importanti premi del design mondiale. 
Il premio è stato istituito nel 1954 e da allora riconosce la qualità dei prodotti conferendo il titolo di “Best of Best”. I designer che concorrono vengono premiati in una cerimonia annuale in Germania: i prodotti vincitori vengono in seguito esposti nei tre musei Red Dot a Essen, Singapore e Taiwan.
La giuria ha premiato Alchemist Can Watch con questa motivazione:
“The Can-Watch fascinates with a clear and purist language of form, as well as the idea of turning a part of an otherwise easily disposable simple soda can into a highly significant design. This watch imparts a very modern look. In addition, it also expresses social awareness and thus is particularly appealing to its youthful target market.”

Ciò che è inutile può rivelarsi un tesoro

Alchemist è un prodotto unico per lo stile del suo aspetto perché ogni pezzo è realizzato a mano. Indossare un Alchemist significa avere al polso un accessorio dal design irripetibile. E condividere coi tre giovani designer il sogno che quello che viene considerato inutile può rivelarsi un tesoro.

Artigianato e sensibilità sociale

Il collettivo Alchemist Creations infatti crede nella rivoluzione di combinare l'artigianato con l'innovazione sociale, riciclando le lattine di scarto per creare prodotti innovativi e sostenibili.
La produzione è affidata ai ragazzi diversamente abili dell'istituto “Cristian Family Service Centre” di Hong Kong. I giovani lavorano in un ambiente sicuro e con strumenti pensati su misura, nell'ottica che il lavoro è in grado di ridare dignità e fiducia. I tre designer lavorano fianco a fianco con i ragazzi, investendo nella loro formazione e nell'innovazione tecnologica per rendere appagante l'esperienza lavorativa.